FEDERICO BALDASSARI

9 aprile 2019

E’ il turno di Federico Baldassari, classe 2002 e quindi al secondo anno della categoria Allievi.

Ha iniziato a praticare atletica all’età di 11 anni, ottenendo fin da subito buoni risultati, specie nei salti e nella velocità.
Nel 2017 con la misura di 1,79 nel salto in alto ha preso parte ai Campionati Italiani Cadetti.

Viste le qualità atletiche ha iniziato ad avvicinare anche altre specialità come disco e giavellotto e dal 2019 anche salto con l’Asta, in previsione di un possibile futuro nelle prove multiple.

L’esordio agonistico nel 2019 promette bene con un interessante miglioramento nel lancio del disco che ha visto Federico portare il suo personale a 38,00 mt, molto vicino al minimo di partecipazione dei prossimi Campionati Italiani Allievi.

Frequenta il terzo anno dell’Istituto Tecnico Industriale di Ravenna ed è allenato da Andrea Benini e Nicola Caravita per i Lanci e Fabrizio Ponti e Giuliano Guerrini per i Salti.

Con grande piacere della Dirigenza da quest’anno veste la maglia dell’ACADEMY RAVENNA ATHLETICS.

Federico, come ti sei appassionato all’atletica?
Mi sono appassionato in occasione dei Giochi Olimpici di Londra 2012, guardando in TV le gesta dei migliori atleti al mondo.

L’atletica è fatta di tante discipline, e ne hai provate parecchie, quali sono le tue preferite?
Sicuramente il salto in alto è stato il primo amore, per poi passare al lancio del disco, e ultimamente provo grandi emozioni con il salto con l’asta.

Nel 2019 hai cambiato società, passando all’Academy Ravenna Athletics. Come ti trovi?
Devo dire che mi trovo molto bene, in particolare con i miei allenatori dei lanci. Riescono a coniugare la giusta dose di divertimento e di preparazione atletica e tecnica.

Ti piace gareggiare?
Adoro gareggiare, amo la competizione, in particolare modo quando si ha la possibilità di andare con i miei compagni di squadra.

Obiettivi sportivi per il 2019?
L’obiettivo principale sarebbe quello di centrare il minimo di partecipazione ai Campionati Italiani Allievi nel lancio del disco.

Come riesci a coniugare scuola e sport?
Non sempre risulta facile, la scuola che frequento richiede impegno, ma per ora con passione, determinazione e qualche sacrificio riesco a coniugare scuola e atletica.

Chi è l’atleta a cui ti ispiri principalmente?
Gianmarco Tamberi.

Fra i tuoi compagni di allenamento il più allegro?
Il gruppo dei ragazzi e ragazze con cui mi alleno è tutto molto allegro e felice. Davvero un bell’ambiente.

Il più sfaticato?
Domanda difficile. Per non fare torti dico “me stesso”.

Il più motivato?
Come sopra! Dipende dai giorni … una alternanza di voglia di eccellere a giorni con più fiacca.

Il più spensierato?
Non saprei!

Se dovessi fare uno spot promozionale sull’atletica leggera, perchè la consiglieresti?
E’ uno sport che riesce a darti davvero molte soddisfazioni.

Che rapporto hai con il tuo allenatore?
Ho la fortuna di avere più allenatori, in quanto mi alleno in svariate discipline. Posso dire che sono tutti simpatici ma al tempo stesso severi ed esigenti. Esattamente quello che un allenatore dovrebbe essere.

Veniamo a qualcosa di meno specifico: cantante o gruppo preferito?
Dire Straits.

Attore preferito?
Chris Hemsworth.

Film preferito?
Star Trek.

Piatto preferito?
Cappelleti al ragù.

Sport oltre all’atletica?
Tiro a segno.

Materia scolastica preferita?
Inglese.

Ultimo libro letto?
“Il trono di spade”.

Cosa vorresti fare da grande?
Attore.

Di cosa non sapresti fare a meno?
Sicuramente dell’Atletica, ma anche dei Film e della Musica.

Prossimo viaggio?
Stati Uniti.

Città preferita?
Canazei.